Foto di gruppo al matrimonio, SÌ oppure NO?

 

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente è un po' che mi segui e sai che non amo un servizio fotografico impostato e poco naturale.

Anzi, si può dire che il mio servizio fotografico di matrimonio segua la filosofia opposta: l'obiettivo principale, insieme a quello della documentazione del matrimonio, è quello di lasciare la possibilità agli sposi di vivere il giorno delle loro nozze nel migliore dei modi.

Laura e Paolo-846.jpg

Spesso, purtroppo, il fotografo assume il ruolo di indesiderato protagonista e direttore d'orchestra di una giornata che dovrebbe scorrere nel modo più naturale possibile.

Il risultato?

Gli sposi faticano a godersi il proprio matrimonio a causa dell'invadenza e poca moderazione di un professionista incapace di fare il proprio lavoro senza asfissiare gli sposi e gli ospiti.

L'apice di un matrimonio controllato e appesantito da questo tipo di fotografo è il momento delle fotografie di gruppo.

Tutto si ferma per un'ora e vengono convocati tutti gli ospiti per scattare le fotografie con gli sposi.

Te lo immagini? La festa si interrompe sul più bello perché sei costretta a fare le fotografie di gruppo!

A questo punto, potrebbe sembrarti un controsenso quello che sto per dirti sulle fotografie di gruppo, però tu seguimi fino alla fine e vedrai che tutto avrà senso!

La mia opinione è un grande SÌ alle fotografie di gruppo.

Aspetta, non fare quella faccia.

Come già ti ho ricordato poco sopra, il mio servizio punta tutto sull'essere presente ma discreto, sul regalarti una storia di matrimonio completa ma non a costo di impedirti di vivere il tuo giorno.

Per fare questo, insieme al secondo fotografo che mi accompagna sempre, fotografo quello che accade nel modo in cui accade.

Sorrisi, abbracci, carezze, risate. Tutto avviene in modo naturale, il matrimonio non viene interrotto e il risultato sono fotografie spontanee.

Tuttavia, questo tipo di approccio non garantisce l'inclusione di ogni ospite negli scatti.

Se prendiamo un matrimonio tipo, gli ospiti non sono mai meno di 70-80.

Pur senza fermarci un attimo e nonostante siamo in 2, è pressoché impossibile fotografare ogni singolo ospite scattando fotografie naturali.

Pensa al fatto che, prima di tutto, i protagonisti sono gli sposi. Quindi, buona parte delle nostre energie vanno riservate alla sposa e allo sposo!

Poi, vengono le persone più "importanti" da ritrarre: insomma, i genitori, gli amici più stretti e i testimoni, oltre a una serie di parenti a cui potresti essere molto affezionata.

Restano poi decine di ospiti da fotografare e, credimi, non è detto che basti un click per ottenere uno scatto degno di essere incluso nel tuo servizio.

Ecco che entrano in gioco le fotografie di gruppo. Che saranno molto meno pesanti utilizzando una serie di accorgimenti.

Lasciami fare una premessa: non impongo gli scatti di gruppo. È un'opzione che consiglio ma che resta completamente a tua discrezionalità.

COME IMPOSTARE LE FOTOGRAFIE DI GRUPPO

Perché, in questo modo, abbiamo la certezza di avere incluso ogni singolo ospite del tuo matrimonio nelle fotografie.

Inoltre, lo sai meglio di me, sicuramente c'è quella zia un po' all'antica che vuole assolutamente una foto in posa con gli sposi e non si accontenta del reportage di matrimonio.

Ecco come imposto le fotografie di gruppo con i miei sposi.

Prima del matrimonio arriva il momento di impostare il servizio fotografico sulla base delle esigenze specifiche delle coppie.

Tra le altre cose, studiamo a tavolino la parte che riguarda le foto di gruppo.

Se ti sembra noioso, sappi che serve per rendere il matrimonio più bello e non appesantito dagli scatti posati.

Andiamo a decidere insieme il momento in cui si faranno e i gruppi che dovranno essere fotografati, che organizziamo per macro categorie per rendere le tempistiche più veloci.

Poi si pensa a quelle persone con cui vuoi assolutamente una fotografia posata.

Cosa accade in questo modo?

Da un lato hai tutti gli ospiti nelle fotografie e hai le foto con le persone a cui tieni.

Dall'altro, l'organizzazione delle foto di gruppo prima del matrimonio permette di far sì che questo momento noioso duri non più di 10 minuti ed avvenga in un momento predeterminato, senza che disturbi la festa.

Niente male, no?

Prova a pensarci: decidiamo di fare le fotografie di gruppo a ridosso della cena, quando hai già festeggiato, mangiato e bevuto all'aperitivo e ci sono quei piccoli tempi morti che precedono l'ingresso in sala.

Magari, la lista dei gruppi è stata data alla tua Wedding Planner o a chi cura la musica, così che l'organizzazione sia ancora più veloce.

Una decina di minuti e fine della storia.

Laura e Paolo-218.jpg

L'alternativa?

Be', o si corre il rischio che qualche ospite resti fuori dalle fotografie oppure si corre il rischio di perdere tanto tempo cercando di fare delle fotografie di gruppo organizzandole sul momento.

Ecco il motivo per cui io consiglio sempre di fare le fotografie di gruppo.

Grazie all'appuntamento in studio per definire i dettagli del servizio, dureranno solo non più di una decina di minuti.

Se te lo stesso chiedendo, sì, c'è sempre un appuntamento prima del servizio di matrimonio.

Guardiamo insieme il servizio PRE matrimonio (sempre incluso) e andiamo a impostare e personalizzare il servizio di matrimonio sulla base delle tue esigenze.

Sai che prendo solo fino a 20 matrimoni ogni anno, non faccio matrimoni in serie e, proprio come una boutique, ti garantisco la massima cura e attenzione, per un servizio fotografico su misura, proprio come un abito sartoriale.

Vuoi essere una delle 20 spose del 2019? Scopri se siamo fatti l'uno per gli altri mandandomi un messaggio adesso!

Davide

Nome *
Nome
 
Davide Secco